Cose da ragazze Educazione sessuale

Tutti i dubbi sul tema della sessualità affrontati con competenza e senza pregiudizi.

Condividi

Prima visita ginecologica, come affrontarla senza ansia

La prima visita ginecologica è una tappa importante nella vita di ogni giovane donna, ma spesso viene vissuta con un po' di ansia. Come affrontarla senza paure?

Prima visita ginecologica

Arriva un momento nella vita di ogni ragazza in cui ci si accorge che il proprio corpo sta cambiando: il seno sta crescendo, hai cominciato ad avere le mestruazioni, compaiono i primi peli… Magari hai un ragazzo e ti stai facendo delle domande sui rapporti sessuali, sui metodi contraccettivi per evitare una gravidanza e sulle malattie che si possono trasmettere nei momenti più intimi. È proprio il momento giusto per fare la prima visita ginecologica, che non solo servirà a controllare che vada tutto bene, ma ti aiuterà a chiarire tanti dubbi e curiosità. Il ginecologo, infatti, è una persona a cui rivolgersi con fiducia e con cui è possibile parlare di tutto ciò che riguarda la tua vita intima senza imbarazzo, certa che non rivelerà i tuoi “segreti” a nessuno, nemmeno ai tuoi genitori, se non vorrai.

Quando fare la prima visita ginecologica?

La risposta a questa domanda non è uguale per tutte: in genere è bene sottoporsi alla prima visita ginecologica tra i 16 e i 21 anni, età entro la quale è necessario aver fatto almeno il primo pap test, un esame che serve a verificare che non ci siano cellule anomale a livello del collo dell'utero.
Molto dipende dalla tua vita sessuale: se hai rapporti (o stai pensando di averne) con il tuo ragazzo, è bene controllare che non ci siano problemi, farti prescrivere il metodo contraccettivo più adatto alle tue esigenze e chiarire tutti i dubbi riguardanti le malattie sessualmente trasmissibili e altri aspetti della sessualità che risultano poco chiari.
Ci sono però delle eccezioni: dovresti rivolgerti ad un ginecologo anche prima dei 16 anni o prima di avere rapporti se noti perdite vaginali anomale o maleodoranti, se hai prurito o bruciore intimo oppure dolori al basso ventre, se il tuo ciclo è irregolare o ancora assente a 15/16 anni.

Come si svolge la prima visita ginecologica?

L'idea di sottoporsi ad una visita ginecologica, soprattutto se è la prima, crea sempre un po' di ansia e di imbarazzo, anche perché spesso non si sa cosa aspettarsi. Non bisogna aver paura: non è dolorosa e in genere è abbastanza breve; spiegare al ginecologo che si tratta della prima visita può essere una buona idea, perché cercherà di metterti il più possibile a tuo agio. Si può fare la visita ginecologica anche se si è vergini; in questo caso il medico userà strumenti appositi e sarà il più delicato possibile. 
Per prima cosa il medico ti farà alcune domande riguardanti il tuo ciclo mestruale (a che età è cominciato, se è regolare, se il flusso è abbondante o meno…), la tua vita sessuale, eventuali malattie e operazioni chirurgiche che hai avuto in passato, se assumi farmaci e se fumi. 
E' arrivato il momento di svestirsi e di accomodarsi sul lettino ginecologico, che prevede due supporti per appoggiare le gambe e tenerle sollevate: può sembrare scomodo o imbarazzante, ma è il modo migliore per farsi visitare. Il medico osserverà i genitali per verificare che non ci siano infiammazioni o anomalie e dopo, utilizzando uno strumento chiamato speculum, esaminerà la parete interna della vagina e il collo dell'utero; sarà poi la volta dell'esame dell'addome per valutare lo stato di salute di utero e ovaie. Tutto questo non durerà che qualche minuto; respirare in maniera lenta e profonda ti aiuterà a provare il minor fastidio possibile e a rimanere rilassata.

Come prepararsi alla prima visita ginecologica?

In realtà non occorre prepararsi in maniera particolare: è sufficiente lavarsi come al solito in modo da sentirsi a proprio agio ed eventualmente depilarsi come si è abituate a fare, in genere è un dettaglio che al medico non importa. Durante la visita non è necessario spogliarsi completamente: cerca di indossare abiti comodi e facili da mettere e togliere, magari scegliendo una maglia un po' lunga in modo da non essere a disagio anche senza mutandine.

Come scegliere il ginecologo?

La scelta del ginecologo è importante perché deve farti sentire a tuo agio e ispirarti fiducia. Che sia uomo o donna poco importa, ma se pensi che farti visitare da un uomo possa metterti in imbarazzo puoi scegliere una ginecologa. Puoi anche fissare un appuntamento precedentemente alla prima visita ginecologica vera e proprio per conoscere il ginecologo e rivolgergli alcune domande su tutto ciò che non ti è chiaro.

Oltre alla classica visita ginecologica, ci sono altri esami che ogni donna dovrebbe fare almeno una volta nella vita. Vuoi sapere quali sono? Leggi il nostro articolo 10 esami che ogni donna dovrebbe fare.

 

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Dolori mestruali
Dolori alle ovaie: che succede?

Come distinguere il dolore alle ovaie da un semplice mal di pancia? Ma soprattutto, sarà il caso di preoccuparsi? Se s...

Prodotti consigliati per te:

LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Assorbente LINES è in lactifless
LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

Assorbente LINES Seta Ultra
LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

Proteggislip LINES Intervallo
LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi