Forum Donne in carriera

Che lavoro fai? Momenti belli e meno belli del mestiere

tutte le stanze nuova discussione rispondi

Discussione

GROSSE DIFFICOLTA’ALL’UNI!

Iniziato da: Violagialla7

10:28

23/05/2014

Risposte

16

numero risposte

Risposte 16

Che anno disastroso che sto passando all’università!! Mi sono iscritta a giurisprudenza nel 2013 e fino ad ora non ho dato nemmeno un esame!! Ma non perché sono una sfaticata…tutt’altro! Anzi io mi impegno a preparare gli esami con serietà, ce la metto tutta, ma regolarmente arriva il giorno dell’esame e io non ho ancora finito di studiare! Mi manca sempre poco x finire quello che è in programma, ma non ce la faccio a presentarmi dal professore avendo dei buchi (anche se piccoli) e allora preferisco saltare l’appello. Di solito mi organizzo con grande rigore: calcolo il numero delle pagine che ho da studiare, lo divido per il numero dei giorni a disposizione…ma poi, per un motivo o per un altro non riesco mai a rispettare il mio piano, entro nel panico ed è la fine!! Mi sapete consigliare come posso risolvere questo problema? Perché se non lo risolvo mi sà tanto che dovrò mollare gli studi…e mi dispiacerebbe!

Risposta di: crislilly

12:16

23/05/2014

ciao cara. Stai tranquilla, se ti sei iscritta nel 2013, alla fine  è solo un semestre che hai perso!
Sta per incominciare la sessione estiva, puoi rifarti lì.
Io ti consiglio di studiare con regolarità, giorno per giorno, anche se poco.. te lo devi imporre.
è importante la costanza, soprattutto per noi che studiamo discipline dell'ambito umanistico.
Io ti consiglio di presentarti lo stesso all'appello, anche se non hai terminato il programma: potresti essere fortunata, il prof. potrebbe chiederti solo quello che hai studiato, oppure potrebbe andarti male ma è sempre meglio provarci che non farlo proprio!!! altrimenti ti si creerà una sorta di blocco con gli anni.
ciao

Risposta di: Luisellita

14:02

23/05/2014

Mi sembra davvero troppo presto per pensare di mollare. Perchè non parli con il professore nell'orario di ricevimento ( con il professore, non con un collaboratore) e gli esponi i dubbi e i punti poco chiari? Se hai studiato seriamente lo capirà senz'altro e non darai l'impressione di una persona fannullona. Inoltre, anche per giurisprudenza la frequenza alle lezioni è molto importante e ti aiuta a focalizzarti sui temi veramente essenziali e a capire i concetti base( oltre a darti la possibilità di porre domande alle fine delle lezioni). Sarebbe meglio rivedere anche il tuo metodo di studio, troppo rigido che asseconda in negativo il tuo temperamento ansioso. Non cade il mondo se un giorno non riesci a studiare, nè è ipotizzabile che tutte le pagine, tutti i capitoli richiedano lo stesso impegno. Importante è la comprensione dei concetti e delle norme, non il numero di pagine ( che può cambiare, se ad esempio usi il Trimarchi per diritto privato, anzichè il Torrente, ma non cambia il concetto di rappresentanza o la normativa sulla responsabilità extracontrattuale da fatto illecito . Quindi l'art. 2043 c.c., per esempio, va capito nelle sue componenti nella sua disciplina e implicazioni e alla fine, naturalmente e senza fatica ulteriore , lo saprai a memoria)  Inoltre è indispensabile  prevedere a priori dei giorni in più per eventuali recuperi e un eventuale ripasso. In bocca al lupo e non mollare

Risposta di: hypnos33it

20:51

25/05/2014

Sta attenta però.. Perché se prendi questa piega in rischio c'è. L'università è bell perché la gestisci tutta tu, ma se non sei in grado di gestire te stessa diventa impossibile andare avanti. Devi essere tt, a convincere te stessa, ad andare all'esame in ogni caso. Altrimenti non ci andrai mai, e mai finirai.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi