Ginecologia Candida e problemi intimi

Consigli chiari e diretti in tema di ginecologia.

Condividi

Bruciore intimo: cosa fare quando succede?

Scopri i rimedi naturali e altre strategie per affrontare il bruciore intimo, che può avere molte cause… ma di certo è sempre fastidioso!

Donna preoccupata

Il bruciore intimo femminile è una questione molto fastidiosa, che può anche diventare imbarazzante quando ci si trova in pubblico e con cui ogni donna si trova a fare i conti almeno una volta nella vita. Non è necessariamente sintomo di problemi ginecologici particolarmente gravi, ma è comunque importante osservare in quali momenti si verifica e capirne le cause per affrontarlo al meglio. C’è differenza, infatti, tra il bruciore intimo in gravidanza e quello che si manifesta dopo un rapporto sessuale, o è accompagnato da perdite. Parliamone insieme per fare chiarezza.

Bruciore intimo in gravidanza

Una causa di bruciore intimo femminile può essere la gravidanza, perché i tantissimi cambiamenti ormonali che ne accompagnano lo sviluppo vanno ad alterare il microambiente vaginale, e questo può rendere più facile l’insorgenza di infezioni di varia natura. Le più comuni sono candida, vaginiti batteriche, vaginosi da Gardnerella, herpes genitale, se i germi patogeni dall'ambiente vaginale risalgono in vescica dando origine alla cistite, i cui sintomi sono stimolo frequente e bruciore alla minzione. In caso di bruciore intimo in gravidanza, previo consulto con il ginecologo se il fastidio persiste, ci sono diversi rimedi naturali che possono rivelarsi utili. I fermenti lattici, ad esempio, leniscono l’infiammazione perché rinforzano le difese immunitarie e favoriscono lo smaltimento delle scorie metaboliche. A tavola, poi, meglio limitare il consumo di zuccheri e cibi particolarmente piccanti.

Per calmare il bruciore intimo esterno, puoi sfruttare le proprietà di un gel all’aloe da applicare localmente anche più volte al giorno, o fare dei lavaggi con acqua e bicarbonato di sodio, amido di riso o aceto di mele (tutti ingredienti facilmente reperibili al supermercato).

Bruciore intimo dopo un rapporto

Se il bruciore intimo si manifesta sempre e solo dopo i rapporti sessuali, potrebbe essere causato da un’allergia allo sperma. Quando il fastidio arriva circa 10-15 minuti dopo la conclusione (e non si usa il preservativo), dura almeno un paio d’ore o anche qualche giorno, e la vagina appare rossa e dolente, potrebbe proprio trattarsi di una reazione allergica. In questo caso, il rimedio più immediato è l’uso del condom per evitare il contatto con il liquido seminale, mentre sul lungo termine è possibile iniziare una terapia di desensibilizzazione.

Spesso il bruciore intimo post coitale è causato da irritazione meccanica e microlesioni durante il rapporto, che si verificano se la penetrazione avviene quando i genitali femminili non sono adeguatamente lubrificati. In questo caso gli approcci sono molteplici, dalla cura dei preliminari all'attenzione all'approccio emotivo al rapporto. Il fattore più importante è ascoltare le proprie sensazioni e, nel caso di fastidio post coitale confrontarsi con il proprio curante per capire quale approccio utilizzare. Sottovalutare questo sintomo può portare a sensibilizzazione dei genitali e a forme di vulvodinia che possono compromettere la vita sessuale.

Bruciore intimo e perdite

Quando il bruciore intimo femminile si presenta accompagnato da prurito e perdite vaginali, può essere sintomo di infezioni in corso. Le più diffuse sono la candida, la clamidia, la gonorrea e la sifilide. In questi casi è particolarmente utile valutare il quadro completo, e rivolgersi al proprio ginecologo per stabilire la terapia giusta dopo aver individuato la causa esatta.

Anche la cistite comporta spesso bruciore intimo interno, con o senza perdite bianche dense o giallastre, e minzione frequente e fastidiosa. Oltre ai farmaci prescritti dal medico, i rimedi più efficaci comprendono l’assunzione di molti liquidi per espellere più rapidamente i batteri, ma anche di mirtilli e cibi probiotici, mentre vanno limitati zuccheri e cibi piccanti.

Puoi trovare altri consigli e rimedi utili anche nell’articolo in cui affrontiamo il tema del prurito intimo.

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Prodotti consigliati per te:

LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

LINES
Petalo Blu

Il miglior assorbente contro il rischio di irritazioni

LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Assorbente LINES è in lactifless
LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

Assorbente LINES Petalo Blu
LINES
Petalo Blu

Il miglior assorbente contro il rischio di irritazioni

Proteggislip LINES Intervallo
LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi