Ginecologia Gravidanza

Consigli chiari e diretti in tema di ginecologia.

Condividi

Settimane di gravidanza, il diario mese per mese

Una piccola guida step by step per conoscere tutte le fasi della gravidanza, dal calcolo delle settimane alle trasformazioni del corpo.

Calendario gravidanza

Contare le settimane di gravidanza è una piccola impresa per tutte le mamme, abituate a considerare la gestazione in mesi e ad aspettarsi 9 mesi di pancione, si trovano con strane numerazioni che vanno da 02 a 41 e alla difficoltà di tradurre questi numeri nei rassicuranti 9 mesi.

Per il calcolo delle settimane di gravidanza, il primo trucco è sapere che le settimane sono conteggiate dall’ultima mestruazione, cioè 2 settimane prima del concepimento, e che ogni mese ci sono 2 o 3 giorni in più delle 4 settimane corrispondenti, perciò 9 (mesi) x 2 (giorni in più per mese) = 18 ed ecco recuperate le restanti 3 settimane!

Una volta imparato questo piccolo trucco è più semplice scandire la gestazione in 9 mesi, ma ancora più utile e osservare come il corpo della mamma cambia e perché.

 

Calendario gravidanza: il primo mese

Primo mese, consideriamolo da 2 a 6 settimane di gravidanza (+ due giorni), l’embrione si è insediato nella parete dell’utero, e si è messo in comunicazione con l’organismo materno grazie ad un organo preziosissimo, il trofoblasto, che dà origine alla placenta e agli altri annessi embrionari. La mamma può percepire la sensazione dell’impianto con dolori pelvici variabili e piccole perdite ematiche, dette perdite da impianto, che si possono verificare fino a 2 settimane dopo il concepimento.

I primi sintomi di gravidanza sono spesso legati a tensione mammaria e, ovviamente al primo salto mestruale, ma in realtà l’organismo materno sta già lavorando per organizzare la crescita del piccolo, grazie alla produzione di ormoni della gravidanza come le beta-HCG e il progesterone, che può dare origine alle nausee del primo trimestre.

In questo periodo il test di gravidanza si positivizza, e la mamma può iniziare a sottoporsi ai primi accertamenti, come esami del sangue e programmazione delle visite ginecologiche mensili.

In funzione degli esami del sangue il ginecologo spiegherà alla gestante quali cibi evitare e quali preferire.

È molto importante che fin dal concepimento venga assunto acido folico per la prevenzione dei difetti del tubo neurale (ad esempio, spina bifida e labio palatoschisi), ovvero una serie di malformazioni che derivano da errori nello sviluppo di quella parte di embrione, chiamata appunto tubo neurale.

 

Calendario gravidanza: il secondo mese

Secondo mese, da 6 + 2 a 10 + 4 settimane di gravidanza, il piccolo embrione mostra il suo battito cardiaco e inizia a trasformarsi, lo scheletro inizia ad ossificare, la mamma percepisce la presenza degli ormoni della gravidanza con la persistenza della nausea e tensione mammaria. Un sintomo tipico di questa fase della gravidanza è la sonnolenza, sarà difficile che la neomamma riesca a vedere la fine di un film senza addormentarsi sul divano!

All’interno dell’organismo materno tutto si organizza per portare cibo e ossigeno al piccolo, aumenta la quantità di sangue circolante in modo da irrorare questo nuovo “organismo” che si sviluppa velocemente. Tutto questo implica, durante la gravidanza, un maggior impegno per la circolazione materna, un rallentamento dei metabolismi per sfruttare al meglio i nutrienti presenti nel sangue materno, e più lavoro per i reni che infatti drenano più liquido, che significa urinare più spesso.

In queste settimane di gravidanza è importante programmare eventuali esami di diagnosi prenatale da eseguire dall’undicesima settimana di gravidanza in poi.

Calendario gravidanza: il terzo mese

Terzo mese, da 10 + 4 a 15 settimane di gravidanza, la placenta è ormai formata, il piccolo ha la forma di un bimbo in miniatura con manine e piedini. La mamma pian piano sente diminuire la sensazione di nausea, anche se l’acidità gastrica può persistere, ma questo, insieme alla stitichezza che spesso accompagna tutta la gravidanza, è un meccanismo che permette al corpo materno di assorbire meglio i nutrienti dal cibo per passarli al feto, senza necessità di mangiare in eccesso.

 

Calendario gravidanza: il quarto mese

Quarto mese, da 15 a 19 + 2 settimane di gravidanza, si entra nel secondo trimestre, il feto misura dai 12 ai 18 centimetri, i suoi organi iniziano a funzionare, beve liquido amniotico e lo elimina attraverso l’apparato urinario, le palpebre sono ancora chiuse, ma inizia a fare movimenti volontari, verso la fine del mese potrebbe riuscire a mettere in bocca un dito della manina o, se preferisce, del piedino.

La mamma si sente meglio, l’organismo ha raggiunto un equilibrio, le energie tornano.

In questa fase della gravidanza è importante aver cura dell’alimentazione che deve essere sana e ben equilibrata. L’utero alla sedicesima settimana raggiunge una misura intermedia tra pube e ombelico dando all’addome una forma arrotondata, ormai ben visibile che si spinge fino all’ombelico entro la ventesima settimana di gravidanza.

 

Calendario gravidanza: il quinto mese

Quinto mese, da 19 + 2 a 23 + 4 settimane di gravidanza, questo mese è caratterizzato dall’esecuzione dell’ecografia morfologica, in cui viene studiata presenza e forma di molti organi interni fetali, un momento importante per la valutazione della salute del futuro bimbo, che ormai ha superato i 20 cm di lunghezza, sente i rumori e, soprattutto, fa sentire i suoi movimenti.

Il fatto di sentire i movimenti fetali rende questo momento della gravidanza molto intenso, e la comunicazione con il piccolo sempre più reale.

A livello emotivo la presenza della pancia ben visibile e la sensazione dei movimenti generano una nuova consapevolezza della gravidanza sia per la mamma che per il papà.

 

Calendario gravidanza: il sesto mese

Sesto mese, da 23 + 4 a 28 settimane di gravidanza, il secondo trimestre volge al termine, il feto pesa circa 750 gr e supera i 30 cm di lunghezza, si muove in modo vigoroso, le proporzioni sono più armoniche e inizia ad aprire gli occhi, se scorge una fonte luminosa facilmente si gira per seguirla.

La mamma sente il peso della pancia che ormai esce dal sostegno del bacino e sporge all’esterno modificando il baricentro, e quindi anche l’andatura e l’equilibrio dello scheletro materno.

È molto importante che durante tutta la gravidanza una mamma sana, che non presenti controindicazioni all’esercizio fisico, si mantenga in movimento con esercizi posturali per gestanti, ginnastica in acqua, pilates o yoga. Tutte queste discipline hanno protocolli appositi per le donne in gravidanza, utilissimi per mantenere la tonicità dei muscoli e accompagnare il corpo non solo durate le settimane di gravidanza, ma anche dopo, quando l’organismo dovrà ritrovare il suo equilibrio.

 

Calendario gravidanza: il settimo mese

Settimo mese, da 28 a 32 + 2 settimane di gravidanza, in questo periodo viene fatta l’ecografia del terzo trimestre, che valuta la crescita fetale e ne confronta l’andamento con le curve di crescita.

Il feto inizia a prepararsi al parto, potrebbe già girarsi a testa in giù. Continua a muoversi, ma lo spazio inizia a ridursi, perciò i movimenti sono ben più visibili dall’esterno anche per il papà.

Durante questa fase della gravidanza la mamma deve porre massima attenzione a ungere la pelle sia della pancia che della zona mammaria, per prevenire fastidiose smagliature.

Un sintomo importante in questo mese di gravidanza è il prurito, spesso legato alla tensione cutanea, ma in alcuni casi può essere un segnale di deficit epatico. Un altro sintomo da tenere monitorato è la pressione, che nel terzo trimestre potrebbe alterarsi. È buona abitudine, quindi, misurare la pressione in farmacia almeno una volta alla settimana.

 

Calendario gravidanza: l’ottavo mese

Ottavo mese, da 32 + 2 a 36 + 4 settimane di gravidanza ed è tempo di preparare tutto per il parto, prenotare il tampone vaginale e la visita anestesiologica, eseguire gli ultimi esami del sangue e preparare borse e documenti per il lieto evento. Il bimbo è ormai formato e, dalla trentaquattresima settimana, anche l’apparato respiratorio è giunto a maturazione. Spesso la mamma in questa fase della gravidanza può soffrire di insonnia, per questo è consigliabile riposarsi durante tutta la giornata in modo da aiutare l’organismo a sostenere il peso del bimbo che ormai ha superato i 2 chilogrammi di peso.

 

Calendario gravidanza: il nono mese

Nono mese, da 36 + 4 a 41 settimane di gravidanza. È il mese della nascita e la data indicata come “presunta” per il parto corrisponde a 40 settimane, ma se il feto non ha ancora deciso di nascere gli si lasciano ancora 10 giorni oltre il termine, con monitoraggi ripetuti.

In questo ultimo mese di gravidanza papà e mamma sono impazienti di conoscere il loro bambino e l’emozione si mescola all’ansia per il parto imminente, il corpo materno è maturato insieme al piccolo, il bacino si è angolato nel modo giusto, i legamenti sono ricchi di collagene e più elastici, i tessuti ben irrorati e pronti ad attivarsi. La stessa ansia, se non eccessiva, è un meccanismo di attivazione che pone la mamma in uno stato di attenzione adeguato ad uno dei momenti più importanti della sua vita.

Vuoi scoprire quali sono i sintomi della gravidanza? Leggi anche l’articolo Tutti i sintomi di gravidanza in arrivo!

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Prodotti consigliati per te:

LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Assorbente LINES è in lactifless
LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

Assorbente LINES Seta Ultra
LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

Proteggislip LINES Intervallo
LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi