Ginecologia Gravidanza

Consigli chiari e diretti in tema di ginecologia.

Condividi

Test di gravidanza fai da te e falsi miti

Esistono davvero tanti metodi della nonna per fare un test di gravidanza casalingo, ma saranno attendibili?

test fai da te per gravidanza

Hai sentito parlare anche tu dei test di gravidanza fai da te che si possono fare in casa con dentifricio, bicarbonato di sodio, aceto e simili? Si tratta dei classici “consigli della nonna” che si tramandano da una generazione all'altra, falsi miti e credenze popolari che – basandosi su un (seppur remoto) fondo di verità – restano costantemente in circolazione. Tutte queste ricette per fare un test di gravidanza casalingo, infatti, hanno qualcosa in comune con i test che si acquistano in farmacia: tutti si basano sul far reagire qualche sostanza con l'urina della donna che vuole sapere se è rimasta incinta oppure no. Ma quanto possono essere attendibili? A dire il vero, molto poco. Diciamo pure che andrebbero presi come un gioco e niente più, da fare semplicemente per scaricare la tensione in attesa di poter fare il test con uno stick preso in farmacia; oppure, per curiosità e divertimento, per verificarne l'attendibilità una volta appurato con certezza se la gravidanza è in corso oppure no. Chiarito questo punto, vediamo insieme quali sono i metodi più chiacchierati per avere un test di gravidanza fai da te.

 

Test gravidanza fai da te con dentifricio

Per questo metodo occorrono un bicchiere di plastica e del dentifricio di colore bianco. Il procedimento è semplice: bisogna mettere il dentifricio sul fondo del recipiente e versarvi sopra l'urina; dopo qualche minuto, se il dentifricio è diventato azzurrino o blu chiaro si può iniziare a pensare di essere effettivamente incinta. Secondo altri, l'esito di questo test di gravidanza fai da te sarebbe positivo anche se il dentifricio appare più schiumoso rispetto all'inizio dell'esperimento, ma ci sono pareri discordanti pure riguardo il tempo che si dovrebbe aspettare per osservare la reazione.

 

Test di gravidanza fai da te con solvente

Un altro ingrediente per un test di gravidanza casalingo che si può prendere in prestito dal beauty-case è il solvente per unghie o leva-smalto che, versato in un bicchiere e miscelato con l'urina di una donna in gravidanza, dovrebbe frizzare. Se non si nota alcun cambiamento, invece, niente gravidanza in atto.

 

Test di gravidanza fai da te con bicarbonato di sodio

Una reazione simile si dovrebbe osservare con il bicarbonato di sodio. Se ne versa un cucchiaio in una bacinella, si aggiunge un po' di urina e si aspetta qualche minuto: se si forma molta schiuma potrebbe esserci un fiocco azzurro in arrivo, mentre se la reazione è più blanda, il fiocco potrebbe essere rosa, ma potrebbe anche essere interpretata come un esito negativo del test di gravidanza.

Test di gravidanza fai da te con aceto

Se hai in casa una bottiglia di aceto bianco potresti usarla per fare qualche esperimento, variando le proporzioni di urina e aceto per osservare come reagisce la miscela. Secondo alcuni dovrebbe formarsi un po' di schiuma in caso di gravidanza in atto, ma l'esito positivo del test potrebbe essere indicato anche dal cambiamento di colore, che dovrebbe virare verso il giallo paglierino o verdognolo. Se invece non succede niente, l'esito si dovrebbe considerare negativo.

 

Test di gravidanza fai da te con olio

Si parla anche di un metodo per fare un test di gravidanza casalingo usando l'olio d'oliva. Dopo aver fatto pipì in una bacinella o in un piccolo contenitore, bisogna versarvi quattro gocce di olio (ben distanti fra loro) e osservare cosa succede: se si uniscono il test è positivo, mentre se restano divise l'esito è negativo.

 

Test di gravidanza fai da te con zucchero

Per chi preferisce “le maniere dolci” c'è anche un metodo in cui l'ingrediente principale del test di gravidanza fai da te è proprio lo zucchero. Se ne mettono due o tre cucchiai in un contenitore e li si bagna versandoci sopra qualche goccia di urina; se lo zucchero si scioglie, niente gravidanza, ma se invece i granelli si aggregano tra loro compattandosi, potrebbe esserci una cicogna in arrivo.

 

Test di gravidanza fai da te con foglie di tarassaco

Hai presente quelle erbe spontanee con soffioni e fiori gialli detti “denti di leone”? Con le loro foglie dalla forma allungata si possono fare tisane depurative, oppure test di gravidanza casalinghi. Dopo aver fatto pipì in un bicchiere di plastica, bisogna immergervi la foglia e lasciarla lì per una decina di minuti. Se allo scadere del tempo si dovessero veder apparire delle bollicine o puntini rossi sulla foglia, si potrebbe anche pensare di essere incinta.

 

Test di gravidanza fai da te con candeggina

Su questo metodo ci sono davvero molte teorie diverse. Secondo alcuni, infatti, la candeggina a contatto con l'urina di una donna incinta dovrebbe diventare rossastra, mentre secondo altri è la formazione di bollicine o schiuma a dare la risposta, che però in questo caso sarebbe negativa. Bisogna però tener presente che i vapori liberati durante il procedimento potrebbero essere ben poco salutari, per cui se proprio si vuole provare questo metodo per fare un test di gravidanza fai da te, sarebbe opportuno posizionarsi con tutto l'occorrente vicino a una finestra ben aperta o meglio ancora sul balcone.

Insomma, alle nostre nonne e antenate la fantasia di certo non mancava, e chissà quanti esperimenti sono stati fatti per ideare tutte queste ricette per avere un test di gravidanza casalingo! D’altra parte, i test di gravidanza sono arrivati nelle farmacie solo all’inizio degli Anni ’70. Come abbiamo chiarito all'inizio, però, nessuno di questi test di gravidanza fai da te si può considerare particolarmente attendibile, e la nostra carrellata su quelli più noti si vuole considerare a puro titolo di curiosità: non esiste infatti alcuna evidenza scientifica secondo cui dentifricio, aceto & co reagiscano in un certo modo a contatto con le beta HCG, gli ormoni rivelatori della gravidanza.

Fin dai primi momenti a partire dal concepimento, infatti, le beta HCG raddoppiano ogni 48 ore per creare un ambiente favorevole allo sviluppo dell'embrione, e la loro presenza si può rilevare nell'urina e nel sangue. Ecco perché i test di gravidanza disponibili in farmacia e al supermercato per essere effettuati a casa sono stati studiati per reagire a contatto con la pipì. Ci sono alcuni accorgimenti da adottare per fare in modo che il risultato del test sia il più accurato possibile. Tanto per cominciare, bisogna aspettare il momento giusto: dovrebbero passare almeno dieci giorni dal momento del presunto concepimento, oppure tre giorni di ritardo sulla data in cui sarebbero dovute arrivare le mestruazioni. Una volta individuati i giorni giusti, il test va fatto appena sveglie, con la prima urina del mattino – che è anche la più concentrata – per facilitare la rilevazione delle beta HCG. Per avere una risposta certa al 100%, si ricorre poi agli esami del sangue da effettuare presso un centro analisi convenzionato o presso l'azienda ospedaliera di riferimento. Non serve aspettare oltre le tempistiche consigliate per i test di gravidanza da farmacia, e il referto è pronto per essere ritirato nel giro di pochissimi giorni.

Se vuoi saperne di più sull’argomento test di gravidanza, continua a leggere i nostri articoli nella sezione dedicata alla Gravidanza: ne trovi anche uno in cui ti spieghiamo come riconoscere tutti i sintomi di gravidanza in arrivo.

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Prodotti consigliati per te:

LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Assorbente LINES è in lactifless
LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

Assorbente LINES Seta Ultra
LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

Proteggislip LINES Intervallo
LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi