Ciclo mestruale Che cos'è il ciclo?

Una raccolta di tutte le risposte ai dubbi e alle curiosità sul ciclo mestruale.

Condividi

Calendario mestruale: calcolo ciclo online

Ecco come ottenere un preciso calcolo del ciclo mestruale, anche se irregolare!

calendario mestruale

Chi siamo, dove andiamo, perché ha visualizzato senza rispondere, ma soprattutto: come conoscere il proprio calendario mestruale? Fra le tante domande a cui dobbiamo (e vogliamo) trovare una risposta, quella che riguarda il calcolo del ciclo mestruale è sicuramente più facile, e anche importante, da risolvere rispetto alle due spunte grigie: capire come si contano i giorni del ciclo e come funziona il calcolo del ciclo mestruale irregolare, ad esempio, è fondamentale non solo per evitare brutte sorprese, ma soprattutto per conoscere il proprio corpo. Se ti abbiamo convinta ma stai già sbuffando all’idea di astrusi calcoli matematici e impossibili equazioni, stai tranquilla: il calendario mestruale è facilissimo da ottenere!

Prima di iniziare a prendere carta e penna (anche virtualmente, visto che esiste anche un calcolo del ciclo online) ripassiamo alcune nozioni di base, così sarai sicura di comprendere ogni passaggio nel dettaglio e di non dare ugualmente niente per scontato. Innanzitutto, “ciclo mestruale” viene spesso usato come sinonimo di “mestruazione”, ovvero la perdita di sangue che avviene ogni mese e che, in media, dura dai 3 ai 7 giorni. Molti confondono i due termini: in realtà, infatti, per ciclo mestruale si intende tutto l’insieme dei meccanismi che rendono possibile la gravidanza e tutti i cambiamenti ormonali che li accompagnano. Visto che in questo articolo vogliamo parlarti di come funziona il calcolo del ciclo mestruale, non ci prolungheremo sull’essenza in sé del ciclo, ma comunque è sempre bene sapere cosa succede al tuo corpo!

Quando si tratta del calendario mestruale quello che di solito ci interessa conoscere è il tempo che intercorre fra una mestruazione e quella successiva. Dalla pubertà alla menopausa, le mestruazioni ti accompagneranno per gran parte della tua vita, quindi capire con relativa certezza quando compariranno potrà esserti molto d’aiuto. Un esempio? Con un preciso calcolo del ciclo mestruale, saprai quando sarebbe meglio evitare gli skinny jeans bianchi e anche quando anticipare la voglia di dolci comprando una scorta di cioccolatini! Inoltre, imparerai a riconoscere gli sbalzi d’umore così come il periodo più fertile del mese. Anche se sei lontana dall’idea di metter su famiglia, è comunque una nozione importante da tenere a mente perché conoscere il proprio corpo, nella sua integrità, è il primo passo per prendersene cura in maniera consapevole e senza rischi.

Vediamo allora come rispondere alla richiesta “mestruazioni: calendario cercasi!”

Mestruazioni: calendario fai da te

È tutto molto più semplice di quello che immagini, soprattutto se hai la fortuna di avere mestruazioni regolari come non accade nemmeno in Svizzera!

Il primo giorno del ciclo mestruale coincide con il primo giorno delle mestruazioni: per un calcolo del ciclo mestruale puntuale e preciso assicurati di avere con te un calendario e una penna. Comincia segnando la data di inizio delle mestruazioni e, in seguito, continua annotando la durata del ciclo. Il tuo calendario mestruale andrà avanti seguendo le fasi del ciclo: non devi per forza prender nota, ma facendolo capirai cosa sta succedendo al tuo corpo! Le fasi sono due e durano entrambe circa 14 giorni. La prima inizia dal primo giorno di mestruazioni e permette la generazione della cellula-uovo, pronta per essere fecondata da uno spermatozoo. La seconda è quella che ha lo scopo di creare un ambiente favorevole all’annidamento dell’eventuale embrione. Questo è il periodo più fertile del mese, ma se non avviene la fecondazione, l’ambiente favorevole che abbiamo appena nominato (che altro non è che l’endometrio comincia a sfaldarsi perché al momento è inutile e inutilizzato. È dall’eliminazione di quest’ultimo che hanno inizio nuove mestruazioni: il tuo ciclo mestruale si è chiuso, è ora che se ne apra un altro!

Lo sappiamo, dopo tanta teoria c’è bisogno di un po’ di pratica. Ecco, allora, un esempio di calcolo del ciclo mestruale! Se hai avuto il primo giorno di mestruazione il 1° settembre e se, come già ti abbiamo detto, non sono presenti irregolarità, il ciclo successivo dovrebbe ricomparire il 28 settembre dopo aver “superato” le due fasi da 14 giorni. Le mestruazioni, inoltre, dovrebbero durarti dall’1 al 7 settembre massimo e il tuo periodo più fertile, invece, dal 14 al 21.

Il calendario mestruale gratis e online

Per fortuna esiste il web: il calcolo del ciclo mestruale online ci può, infatti, tornare molto comodo. Anche se il fascino vintage di penna e calendario è innegabile, avere sotto controllo le mestruazioni col calendario online può risultare più semplice.

Ci sono molti strumenti che ti permettono di avere sottomano (e a portata di click!) un calendario mestruale preciso e sempre aggiornato. Uno dei programmi che ti consente un calcolo del ciclo mestruale e dei giorni fertili è quello che si trova sul nostro sito. Grazie a poche domande, il calendario mestruale gratis di Lines, riuscirà ad evidenziare in maniera chiara ed intuitiva il tuo prossimo periodo fertile insieme a quello mestruale: per ottenere questo calendario mestruale ti basterà sapere quando sono iniziate le tue ultime mestruazioni, quanti giorni passano fra un ciclo e un altro e quanto durano le tue mestruazioni. Facile, vero? 3 domande, 3 risposte e ta-dan: ecco che hai ottenuto il tuo calcolo del ciclo mestruale online! Inoltre, puoi scaricare il calendario direttamente sul tuo smartphone, così potrai sempre averlo a portata di mano!

Non abbiamo ancora finito però: rispondere alla richiesta “A.A.A. mestruazioni calendario” non è così semplice per chi non sa come si contano i giorni del ciclo perché questo è, appunto, irregolare.

Il calcolo del ciclo mestruale irregolare

Si definisce irregolare un ciclo mestruale che dura meno di 25 giorni o più di 35. Nel primo caso si parla di polimenorrea (se la mestruazione non si presenta per almeno tre mesi, invece, di amenorrea); per il secondo, invece, il termine tecnico è oligomenorrea. Se si tratta delle tue prime mestruazioni è normale che si verifichi una frequenza meno puntale, ma una visita dal ginecologo è sempre una buona idea. Capire come realizzare un calcolo del ciclo mestruale irregolare non è immediato perché proprio l’irregolarità rende quasi impossibile fare affidamento ai calcoli che prima ti abbiamo illustrato: è anche per questo che viene spesso consigliata la pillola come contraccettivo poiché calcolare il periodo fertile è spesso complesso e non affidabile (e per evitare di perdersi in calcoli poco esatti del calendario mestruale irregolare).

In ogni caso, se vuoi eseguire un calcolo del ciclo mestruale irregolare, dovrai annotarti molto più della semplice data di inizio delle mestruazioni. Un metodo è quello di misurare la temperatura basale, ovvero la temperatura del corpo umano al momento del risveglio: avrai bisogno di almeno 6 ore di sonno e di un termometro apposito. La temperatura basale è importante ai fini del calcolo del ciclo mestruale irregolare perché è stabile per i primi giorno dopo il ciclo, per poi scendere di circa mezzo grado all’inizio dell’ovulazione e salire nuovamente nel periodo fertile. Un altro metodo di calcolo del ciclo mestruale irregolare riguarda, invece, il controllo della secrezione del muco cervicale, ovvero le perdite bianche: quando questo è estremamente filamentoso, infatti, segna il periodo più fertile del mese per una donna. Puoi anche provare a regolarizzare il ciclo o stimolarlo con uno dei rimedi naturali più efficaci, come ad esempio assumere cibi ricchi di fitoestrogeni o fare degli esercizi mirati per la zona addominale. Comunque ti consigliamo di rivolgerti a un ginecologo, innanzitutto per capire le possibili cause e, poi, i rimedi.

Condividi

Potrebbe interessarti anche:

Prodotti consigliati per te:

LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Assorbente LINES è in lactifless
LINES
è

L’unico fatto di LACTIFLESS™

Assorbente LINES Seta Ultra
LINES
Seta Ultra

L'unico con il filtrante con Fori a imbuto

Proteggislip LINES Intervallo
LINES
Intervallo

Protegge dal rischio di irritazioni. Con provitamina B5 e Camomilla.

Torna su
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi